NAVIGAZIONE
SOCIAL
INDIRIZZO Corso Garibaldi 17 20121 Milano ITALIA CONTATTAMI @
LINK
Realizzazione grafica by Luciano Curtarello© - Tutti i diritti riservati - ©Gruppo Culturale Artisti di Via Bagutta APS/ETS - C.F. 80182590150 - Rev. Gennaio 2024|Mod. 001
Giovanni Malonni
L’ansia Una musica lenta d’organo sale e riempie la mia piccola stanza assorta nell’ombra di una quiete che dice al mio cuore pace. E pace in coro mi cantano gli uccelli di sopra i tetti. E le nuvole di lassù si muovono leggere squarciando a tratti il cielo blu. Ma nulla! Invano si tenta di sciogliere quel nodo aggrovigliato entro al mio petto!
Madrigale triste Vapori umidi di pioggia si levano dai tetti e si dissolvono nel cielo terso portando ovunque messaggi lugubri di morte. Dentro persone in solitudine raccolgono i loro corpi aggrovigliati e contorti da spasmi di ostinata angoscia!
A una donna Angelo Non so se in una chiesa o per la strada, mi sei apparsa in un attimo, come il lampo improvviso prima del temporale, e la mia mente allora abbagliata rivive della tua luce. Rivederti o conoscerti meglio io non cerco, anzi non voglio. Altro non voglio che distrugga la tua divina figura. Regina o zingara che importa! Venere nata dalla tempesta o dalla schiuma del mare che importa! Demone o angelo che importa! Io questo non voglio sapere - più in là non oso. Io voglio serbare nella mia mente la tua candida immagine, anche quando in me più non sarà poesia anche quando ormai i caduchi tuoi petali si troveran nel fango!
Ascoltare il silenzio È osservare il sole pallido e stanco posarsi sulla campagna. È osservare l’ombra chiara della luna nelle notti d’inverno. È sentire il suono lontano di una campana. È l’abbaiare solitario di un cane nella notte. È la pedata stanca di un uomo, il rumore di un carro che all’alba riprende il suo cammino. È il corpo esausto del guerriero dopo la battaglia. È vedere i tuoi occhi languidi fissi all’infinito. È il mio cuore che palpita adagio privo di ogni sensazione. O sordi rumori! Quando mai potrò più risentirvi? Dolci ricordi di un tempo! Io sto correndo dietro al vento e più ormai non m’accorgo, più non vi sento!
Poesia
Opera in Concorso (in definizione)